I soci

Michele Ferrante

Michele Ferrante è il socio fondatore e managing partner di FERRANTE INTELLECTUAL PROPERTY, ed un esperto in tema di tutela dei diritti di proprietà intellettuale e di strategie anti-contraffazione in Asia.

Dopo la laurea in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Milano, Michele ha conseguito l'abilitazione professionale, iscrivendosi all'Albo degli Avvocati di Milano. Ha iniziato la sua carriera nella stessa città, occupandosi di diritto societario e diritto della proprietà intellettuale. Ha esercitato la professione forense nel Regno Unito ed in Francia, acquisendo esperienza in diversi settori, prima di decidere di specializzarsi in tutela della proprietà intellettuale. Michele si occupa di proprietà intellettuale in Cina dal 1999, e ha fondato il precedente Studio legale S&F INTELLECTUAL PROPERTY nel 2004. Michele fornisce consulenza legale a prestigiose aziende straniere nella tutela dei diritti di proprietà intellettuale e nella ideazione di strategie anti-contraffazione. Michele assiste numerose società menzionate nella Fortune Global 500 nello sviluppo e nell'attuazione di strategie di protezione dei relativi marchi in Cina.

Michele viene inoltre regolarmente invitato a tenere lezioni presso università e a partecipare a conferenze internazionali in materia di proprietà intellettuale. Ha pubblicato articoli in tema di PI su diverse riviste internazionali. Collabora, tra gli altri, con il Politecnico di Milano, la Camera di Commercio dell'Unione Europea e l'Università Popolare di Pechino e la Tongji University di Shanghai. È altresì membro dell'Anti-Counterfeiting Committee (ACC) della European Community Trademark Association (ECTA) e dell'International Trademark Attorney Association (INTA). È stato inotre nominato Helpdesk Expert dal China IPR SME Helpdesk.

Ha preso parte a numerosi EU-China IPR Dialogues e ad incontri governativi, quali il seminario sulle nuove problematiche del trademark filing, concentrandosi sulla registrazione in malafede di famosi marchi internazionali, ed il seminario sulla nuova legge marchi cinese organizzato dalla Delegazione Europea della Cina e Mongolia. Recentemente, ha collaborato con US Department of Commerce con riferimento al tema della sensibilizzazione alla protezione dei diritti di proprietà intellettuale in Cina, e ha fornito il suo contributo a diverse conferenze ed incontri organizzati dall'Italian IPR Desk a Pechino e a Guangzhou. In aggiunta, è stato nominato moderatore del working group sulla Cina durante il trentunesimo Annual Meeting dell'ECTA e ha preso parte al Workshop dell'ECTA, avente ad oggetto le sfide della tutela dei diritti di proprietà intellettuale in Cina e in Europa. È intervenuto alla 29th Annual Intellectual Property Law Conference organizzata dall'American Bar Association a Washington DC, discutendo i più recenti sviluppi in materia di proprietà intellettuale in Cina con riferimento al tema dei rogue websites.

Michele parla correntemente italiano, inglese, francese e spagnolo.

 

James - business card

James Wang, della sede dello Studio di Pechino, è uno dei soci di FERRANTE INTELLECTUAL PROPERTY ed è a capo del Dipartimento Legale. James è un esperto in materia di contezioso, con un record impressionante di casi giudiziali vinti.

Dopo la laurea presso la Zhongnan University of Economics & Law (Wuhan, Cina) nel 2001, James ha inziato la sua carriera come assistente economista all'interno di un ufficio governativo della Commissione di Sviluppo e Riforma della provincia dello Jiangxi.

Nel 2005 James ha frequentato un Master in diritto civile e societario presso la Renmin University of China Law School di Pechino, conseguendo la laurea nel 2007.

Da allora, James si è specializzato nel contenzioso in materia di proprietà intellettuale ed ha assistito diversi marchi internazionali nella tutela dei rispettivi diritti di proprietà intellettuale in Cina. James fornisce consulenza legale su questioni relative principalmente a marchi, diritto d'autore e competenza sleale.

Oltre alla lingua madre, il cinese (mandarino), James parla correntemente inglese.